E importante perché nello stesso racconto, nello stesso esame che fa Amanda, nel, mi pare, agli inizi di giugno del 2009, durante il processo di primo grado, lei dice che quando se ne andò, sconti per negozi online il pomeriggio del 1 novembre da quella casa, quelle macchie non.
Marasca e Bruno hanno perfettamente ragione riguardo ad Alessi ed Aviello, ma scordano di menzionare i loro nomi e che furono chiamati a testimoniare dalla difesa. .
(Zaroli, Altieri 2009).
Per fortuna (vedi immagine sopra di loro) noi abbiamo una foto di loro là sul posto.
Di elementi ce ne stanno, cioè, come spiegare la presenza di questi elementi se i due ragazzi fossero rimasti estranei al delitto, fossero rimasti a casa?A guardare bene le cose, al limite potrei essere io persona offesa da una millanteria.E me lo ricordo anchio perché mi ricordo che la strada era sconti per lo zoomarine umida.Enea le si avvicina e le sfiora i capelli.E quindi la polizia si è fermata e ha informato lAmanda che si era in pratica collocata nel luogo del delitto e aveva detto di aver accompagnato lei Lumumba, di averlo fatto entrare.Così lesto il suo sangue a lasciarla?Raffaele Sollecito parla di un avvocato che avrebbe trattato con la sua famiglia Sono semplici illazioni di illazioni.Cadmo: «Or son io che non vi comprendo, mia Regina.Questo il tuo miglior terreno.Bisogna ricordare che Guede non testimoniò durante il processo Massei (e le sue affermazioni precedenti non furono ammesse dunque non si può dire che lerrore fosse significativo nel contesto generale delle prove.Ora, se è indubbio che la ricostruzione fattuale è esclusivo compito del giudice del merito e non compete alla Corte di legittimità stabilire se la relativa decisione proponga effettivamente la migliore possibile ricostruzione dei fatti, né condividerne la giustificazione, dovendo questo Giudice limitarsi.



Quale peggior sventura della partenza di Enea, potrebbe colpirti?
Per esempio quando fu rinvenuto il famoso gancetto del reggiseno, cerano i consulenti delle difese, per Sollecito cera un consulente che poi è stato sostituito, non mi ricordo come si chiamasse, era piuttosto bravo, e ricordo che non fece nessuna osservazione.
Secondo me, era necessario agire in questo modo per supportare il loro giochetto, ed è questa facciata di inganno che mi dà particolarmente fastidio in questo verbale.
Alle 12:46 Bartolozzi imbastì una seconda deposizione con la Lana e sua figlia, che consegnò il secondo cellulare della Kercher.Eppur i tuoi occhi han scrutato da lontano nella mia anima.In totale, sono presenti dolo la Knox e quattro altre persone (tre delle quali donne.) La Knox imbastisce una lista di sette persone e aggiunge le loro posizioni sulla mappa e i numeri di telefono (collocati ben visibilmente procedendo in modo calmo.Cioè la realtà è che uno si deve, uno deve esaminare la realtà.Notò che Sollecito si dirigeva verso la ringhiera della piazza, che dava sullincrocio dove si era verificato il guasto dellauto.Al cenno del Vate, Anchise si rivolge al figlio Enea) Anchise51: «Or qui ti mostrerò, quanta sar à ne' secoli futuri la gloria nostra; quanti e quai nepoti de la dardania prole a nascer hanno; e quante del mio sangue anime illustri sorgeranno in Italia.Alle 23:00 circa, Maria Dramis andò a letto e, un pò di tempo dopo, sentì qualcuno correre dalla sua finestra, che affacciava su via di Melo, la strada che conduce alla terrazza dove ci sono delle scale di metallo che portano al parcheggio.Anche Sollecito, molto probabilmente, si trovava li, ma non si sa quando.Così ansiosa la sua vita di abbandonarla?Le tracce di sangue sul pavimento indicano che vennero spostati o rimossi degli oggetti dopo che la Kercher aveva iniziato a sanguinare a causa della ferita fatale.


[L_RANDNUM-10-999]